Maria Gussago

Sono Maria Gussago, classe 1997. Figlia del medico Giuseppe, della docente di lingue Lina Vezzoli e sorella di Edoardo, ho trascorso la mia infanzia e adolescenza a Rovato, ma i miei interessi mi hanno presto portata lontano da casa.
L’anno scorso mi sono laureata in Studi Internazionali all’Università di Trento, con una tesi sulla sostenibilità ambientale e sociale della transizione energetica negli Stati Uniti (ispirata da un periodo di studio in quel Paese). Ho poi deciso di proseguire i miei studi su questa scia, frequentando un corso di Laurea Magistrale in Sviluppo Sostenibile presso l’Università di Milano.
Sono attiva in ambito associazionistico: ho fatto parte di AIESEC durante gli studi trentini e recentemente, con un gruppo di giovani, ho co-fondato ThinkOcean Italy, legato ad una rete ambientalista globale che muove da istanze internazionali, ma agisce localmente. Ci dedichiamo all’informazione e alla sensibilizzazione sull’emergenza ambientale con vari reportage e curiosità per mezzo social.
Un’altra mia passione è il canto. Ho iniziato a cantare nel coretto parrocchiale a 6 anni e non ho più smesso, fino ad approdare al coro del Conservatorio di Brescia, un ambiente che ho frequentato per alcuni anni, appassionandomi all’opera lirica.
Riavvicinandomi a casa in seguito all’emergenza sanitaria, è maturato in me il desiderio di tornare a sentirmi parte, o forse cominciare a riconoscermi davvero nella comunità che mi ha vista crescere: da qui il mio impegno a rendermi attiva partecipe di essa per darle nuova linfa, insieme a questo gruppo.
Vorrei che Rovato si rimettesse in discussione. Vorrei che si ponesse in ascolto attivo dei suoi cittadini – tutti, a partire dai più giovani, spesso screditati – avesse cura della loro salute e benessere a 360 gradi, anche a beneficio delle generazioni che in futuro l’abiteranno… che fosse una città verde, partecipata e solidale; una comunità in cui sia bello entrare, vivere, rimanere, o tornare.
Questa è la direzione fondamentale nella quale la nostra squadra intende lavorare. Io sono una persona libera, aperta e idealista quanto basta: voglio contribuire al progetto con entusiasmo e senso di responsabilità, mettendo a frutto le competenze sviluppate nel mio percorso.

Maria Gussago Curriculum vitae Casellario – Incensurato